Oltre all’italiano – Leggere in lingua originale

L’eterno dilemma del lettore: leggere in lingua originale o non leggere in lingua originale?
Tra tutto il mare di opinioni che mi è capitato di sentire qualche tempo fa a riguardo la prima cosa che mi è venuta in mente è: ovunque, dovunque e comunque leggi. Ed in verità la questione è piuttosto semplice e si riduce semplicemente a questo.

La lettura è un’attività che deve recare piacere, innanzitutto, dunque è inutile impostarla sul dover o non dover esercitarla in un particolare modo soprattutto se il modo che scegliamo – o che avevamo scelto – non ci piace o ci impedisce di goderci il libro. L’importante è non farsi prendere dallo snobismo, sia da parte di coloro che orgogliosamente precisano che “sono italiano e quindi perché dovrei leggere in una lingua diversa?” sia di chi, all’esatto opposto, si fa prendere dall’esterofilia e legge sempre e solo romanzi in lingue straniere.

E tra questi ultimi ci sono anche io che con la scusa dell’università ho passato quasi un anno a non aprire più un libro nella mia lingua, spesso complice il fatto che tanto questo libro è stato scritto in inglese, dunque perché comprare la traduzione e il motivo più popolare tra i sostenitori della letteratura in lingua originale: probabilmente questo libro non arriverà mai in Italia o ci metterà secoli, chi me lo fa fare di aspettare così tanto?
Eppure io di questa scelta mi sono pentita, tanto che mi sono ripromessa – con l’inizio del 2015 – di leggere di più in italiano e di autori italiani, vecchi e nuovi che siano, perché di farmi scappare i buoni autori nostrani e non sapere di che cosa scriviamo adesso non mi piace. In fondo la letteratura è anche il riflesso del popolo che ne usufruisce.

Come studentessa di lingue straniere però non posso che invogliare chiunque ne abbia la possibilità, ad aprire un romanzo in lingua originale. Perché oltre al lato più pragmatico – arricchire il lessico ed imparare meglio la lingua – c’è anche un lato un po’ più sottile: ogni lingua ha una sua struttura, diversa dalle altre, ed ogni lingua convoglia il messaggio in maniera diversa. Due autori della stessa epoca che parlano delle stesse cose, ma in due lingue diverse, non impostano mai il proprio messaggio nella stessa maniera proprio per il linguaggio differente in cui si esprimono e per il retroterra culturale in cui sono nati che a maggior ragione viene meglio espresso nella lingua nativa.

E voi? Leggete solamente in italiano o vie siete avventurati nei libri scritti in altre lingue?
Che cosa avete letto o cosa vi piacerebbe leggere?
Non dimenticate di farmelo sapere! 😀

Advertisements

2 thoughts on “Oltre all’italiano – Leggere in lingua originale

  1. zahrayakine says:

    Ammetto che ho cercato di leggere spesso in lingua straniera… ma non ho mai finito un libro (IN LINGUA)! Spero sia colpa delle scelte sbagliate e non della mia poca volontà… -_-“

    Like

    • Guinevere says:

      La volontà c’entra relativamente: se prendi un libro troppo difficile per il tuo livello ti vien per forza da sbatterlo contro il muro dalla frustrazione. Allo stesso modo, se magari è un libro che non ti sta piacendo il fatto di leggerlo in lingua ti invoglia solo a metterlo da parte. Sono sicura che troverai il testo giusto! 😀

      Liked by 1 person

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s